Riaperture bar, negozi, parrucchieri: dal 18 decidono le Regioni ma il governo potrà bloccarle

Published 12/05/2020 in Politica

Riaperture bar, negozi, parrucchieri: dal 18 decidono le Regioni ma il governo potrà bloccarle

Negozi, bar, ristoranti. Da lunedì 18 maggio ci sarà il via libera del governo alle Regioni seppur con una serie di restrizioni: «Se il contagio sale metteremo in campo restrizioni selettive», dice il premier Conte ai governatori. Allo stesso tempo, i presidenti avranno la possibilità di spingersi anche oltre con le riaperture, ma dovranno far fede sempre i parametri legati al contagio. Tra giovedì e venerdì ci saranno linee guida e regole generali uguali per tutti e differenziazioni territoriali a seconda dell’andamento della curva del contagio: in caso di risalita, il governo potrà intervenire per disporre nuove chiusure. L’accordo arriva al termine della videoconferenza tra i governatori e l’esecutivo, con al tavolo anche il premier Giuseppe Conte il quale promette di «valutare» la richiesta di elezioni a luglio che torna sul tavolo. Tra sette giorni, dunque, sarà possibile tornare al bar per prendere un caffè, tagliarsi i capelli, andare a cena fuori. Ma con regole ben definite. Il Comitato tecnico scientifico sta infatti chiudendo in queste ore le linee guida che varranno per la ristorazione, per i servizi alle persone e anche per la balneazione, vale a dire le regole generali per poter aprire in sicurezza le spiagge in concessione e quelle libere.

Print article

Leave a Reply

Please complete required fields