Terremoto al Mugello, treni alta velocità: riapre il tratto fra Firenze e Bologna, forti ritardi, ancora fermi i Regionali, le cancellazioni e i rimborsi

Published 09/12/2019 in Italia

Terremoto al Mugello, treni alta velocità: riapre il tratto fra Firenze e Bologna, forti ritardi, ancora fermi i Regionali, le cancellazioni e i rimborsi

È ripartita la circolazione dei treni sulla linea ad Alta velocità nei pressi del nodo di Firenze, sospesa subito dopo la scossa di terremoto di magnitudo 4.5 che ha interessato l’area del Mugello per consentire ai tecnici di effettuare le necessarie verifiche. Pesanti i ritardi sia verso Bologna sia verso Firenze.

La situazione alle 9.25

Superano anche le due ore i ritardi che si registrano attualmente sulla linea alta velocità tra Milano e Roma dopo la scossa di terremoto 4.5 che ha interessato la scorsa notte l’area del Mugello. La circolazione è attualmente ripresa ma i treni scontano ancora i ritardi accumulati in seguito alla sospensione decisa per consentire ai tecnici di effettuare le verifiche sulla linea. Ritardi che, si legge sul sito ‘ViaggiaTrenò di Trenitalia, variano mediamente attorno ad un’ora ma che in alcuni casi, come per il treno 9685 diretto da Firenze a Napoli, superano abbondantemente le due ore. E i ritardi riguardano ovviamente anche convogli che transitano sulla linea alta velocità nel nodo di Firenze ma sono diretti verso altre linee. È il caso, ad esempio del treno 9400 Roma-Venezia, che attualmente fa segnare 143 minuti di ritardo, o del Torino p.Nuova-Roma (9301), che porta un ritardo di 129 minuti.

Secondo quanto si apprende da Rfi (Rete Ferroviaria Italiana) e dalla Protezione Civile, sono invece ancora in corso i controlli sulle linee regionali, che però dovrebbero riaprire a breve.
Ultimo aggiornamento: 09:57

Print article

Leave a Reply

Please complete required fields