Immigrazione, sostegno tedesco a Frontex. Grillo choc: «Portano le malattie»

Published 02/09/2014 in Politica, Primo Piano

Sono sbarcati nel porto di Augusta 909 migranti provenienti da Sudan, Siria, Eritrea e Palestina. Sono arrivati nel porto della cittа in provincia di Siracusa a bordo di nave Diciotti, della guardia costiera, che li ha soccorsi a sud di Lampedusa. Tra i migranti ci son 635 uomini, 115 donne e 159 minorenni.

Il ritorno delle malattie infettive. #tbcnograzie». è questo il titolo di un post pubblicato da Beppe Grillo sul suo blog in cui si sottolinea come «il Passaparola di ieri (pubblicato sempre sul blog, ndr) con l’ingresso delle malattie infettive dall’Africa e il contagio di tbc di 40 poliziotti finora accertati è caduto nel nulla. Quando i nostri bisnonni approdavano negli Usa, Paese della Libertа, dopo aver visto la Statua con la fiaccola accesa, venivano subito confinati a Ellis Island in quarantena», aggiunge. «I triti e ritriti confronti degli italiani come popolo di migranti che deve comprendere, capire, giustificare chiunque entri in Italia, sono delle amenitа tirate in ballo dai radical chic e dalla sinistra che non pagano mai il conto e da chi non vuole affrontare il problema», conclude il post.

La Germania apre a Frontex Occorre «mettere fine» alle accuse reciproche tra gli Stati Ue sul fronte dell’immigrazione e «cooperare per trovare una soluzione comune» in Europa. è quanto hanno riconosciuto i ministri degli Interni Angelino Alfano e il tedesco Thomas de Maiziere nel corso di una conferenza stampa seguita al loro incontro a Berlino. «tutti gli Stati devono rispettare le regole di Dublino II, cioè prendere le impronte, registrare gli arrivi anche con foto, per mettere fine alle accuse comuni in Europa».

Secondo il ministro tedesco, «l’Italia sopporta il peso maggiore con Mare Nostrum e ha bisogno d’appoggio. E noi possiamo sempre dire di avere un numero molto superiore di richiedenti asilo. E nessuno dei due argomenti è sbagliato». «Ci possiamo lanciare accuse per guadagnare consensi – ha considerato de Maiziere -, ma ciт non porta a nessun risultato, soprattutto nei rapporti tra Italia e Germania. Per questo è nata la convinzione che dobbiamo risolvere insieme la situazione. Come Germania siamo pronti a dare un sostegno a Frontex Plus, ma anche l’Italia e altri Paesi del Mediterraneo si impegnano a registrare i richiedenti asilo», ha aggiunto.

L’asilo Alfano ha ricordato come l’Italia si stia «impegnando sempre di più» sul riconoscimento dei richiedenti asilo, anche attraverso l’approvazione del decreto d’urgenza dello scorso agosto per «rendere più efficiente tutto il sistema». E come Frontex Plus sia «il ritorno, finalmente importante, dell’ Europa a presidio della frontiera del Mediterraneo.

Print article

Leave a Reply

Please complete required fields