Il Papa all’Angelus: «Triste vedere i cristiani annacquati, non cedete alla mondanitа»

Published 31/08/2014 in Primo Piano, Vaticano

«Noi cristiani viviamo nel mondo, pienamente inseriti nella realtа sociale e culturale del nostro tempo, ed è giusto così- ma questo comporta il rischio che diventiamo mondani, che il sale perda il sapore, come direbbe Gesù, cioè che il cristiano si annacqui, perda la carica di novitа che gli viene dal Signore e dallo Spirito Santo».
«è triste vedere cristiani annacquati, è come il vino annacquato, che non si sa se è vino o acqua. è triste vedere cristiani che non sono più il sale della terra e sappiamo che il sale senza sapore non serve a niente». Così papa Francesco commenta il Vangelo di Matteo, durante la recita dell’Angelus in Piazza San Pietro. Il pontefice spiega quindi che «quando nei cristiani rimane viva la forza del Vangelo, essa puт trasformare i criteri di giudizio, i valori determinanti, i punti di interesse, le linee di pensiero, le fonti ispiratrici e i modelli di vita».

Print article

Leave a Reply

Please complete required fields