La figlia di Grillo e il teleimbonitore Diprè: «Voglio fare la cantante»

Published 08/08/2014 in No Limits, Società

Anche Luna Grillo, figlia del leader del Movimento 5 Stelle Beppe, finisce nella rete del teleimbonitore Andrea Diprè , il critico d’arte finito nel ciclone di “Mi Manda Rai3” per le finte interviste a pagamento commissionate da sedicenti pittori, scultori e cantanti.

La figlia di Grillo, nata dal primo matrimonio del comico con l’ex moglie riminese, ora prova la carriera da cantante rock e ha voluto farsi riprendere da Diprè, oggi re delle interviste trash di Youtube, con un canale web dove mette in mostra quelli che lui stesso definisce «mostri di internet»: una carrellata di casi umani, diventati virali grazie ai social network, con centinaia di migliaia di click all’attivo.

«Ci vuole Beppone». Nel video, Luna Grillo parla, canta una sua canzone inedita in inglese e annuncia la pubblicazione del disco a cui sta lavorando. Sulla politica invece preferisce non pronunciarsi: «Ci vuole Beppone», dice solo, ammettendo di sentire il peso «di un cognome abbastanza imponente». Ma che non sembra distrarla più di tanto: «Siamo partiti con il nuovo album, che spero possa appassionare. Ma di politica non parlo, altrimenti succede il finimondo».

Diprè sostiene che in questo caso l’intervista è stata gratuita, niente soldi. «No, stavolta non mi sono fatto pagare. In genere chiedo soldi se ho davanti qualcuno che non mi interessa, mentre regalo l’intervista se capisco di avere a che fare con qualche “mostro”, nel senso di personaggio particolare, oppure con una persona interessante o una ragazza di talento, come in questo caso».

GUARDA IL VIDEO

Print article

Leave a Reply

Please complete required fields