Sarno, sbarre alzate mentre passa il treno e transitano auto: il caso finisce in procura

Pubblicato 06/08/2018 in Cronaca, Primo Piano

Sarno, sbarre alzate mentre passa il treno e transitano auto: il caso finisce in procura

Sbarre alzate del passaggio a livello per un guasto: un treno rallenta e si ferma prima di impegnare l’area mentre le auto transitano, con un evidente rischio. Poi interviene un vigile urbano a

disciplinare, per così dire, l’incrocio. Scene – immortalate da video amatoriali divenuti virali sul web – causate da un problema tecnico all’impianto automatizzato del passaggio a livello nella centralissima via Roma a Sarno. Il guasto viene riparato in poche ore, ma rinfocola la guerra in corso da mesi tra il Comune di Sarno, che chiede il ripristino della presenza del casellante, e l’Eav, l’azienda regionale che gestisce la ferrovia Circumvesuviana, sostenitrice dell’automazione degli impianti. Una guerra finita in procura: all’esposto contro l’Eav presentato giorni fa dall’assessore comunale ai Trasporti per denunciare la scarsa sicurezza si aggiunge il controesposto in cui l’azienda accusa l’assessore di procurato allarme.

LE VERIFICHE
Dopo il guasto di ieri segue il caso anche il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli: «Dalle verifiche fatte sembra trattarsi di un episodio singolo – dice – causato da un fulmine e gestito in sicurezza. Ma non abbassiamo la guardia, non tollereremo alcun episodio al di fuori dei dovuti standard». Stamane i tecnici dell’Eav si sono recati sul posto con il capo della segreteria tecnica del ministero, Dimitri Dello Buono. «Sopralluogo che – riferisce il presidente dell’Eav, Umberto De Gregorio – ha confermato il pieno funzionamento dell’impianto in totale sicurezza. Il passaggio a livello automatizzato non esiste solo a Sarno, ce ne sono ben 25 lungo la linea della Circumvesuviana, sorvegliati da telecamere e sensori: dalla loro installazione, zero incidenti. Siamo la regione che investe di più in sicurezza». Il Comune di Sarno invece ritiene che sull’altare dei tagli alle spese sia stata sacrificata la sicurezza, e insiste per il ripristino del casellante. L’assessore ai Trasporti Eutilia Viscardi, autrice del primo esposto e a sua volta denunciata dall’Eav, vuole proseguire la battaglia: «Corro il rischio di essere sottoposta a processo per aver difeso i miei cittadini. Ma non mi fermo». In campo anche la senatrice Luisa Angrisani del M5S: «Il Meetup di Sarno organizzerà una raccolta firme per chiedere il ripristino dell’addetto al passaggio a livello. Ieri solo la fortuna ha evitato il peggio: bisogna risolvere la questione prima che inizino le scuole». «Incontreremo i vertici dell’Eav – ribadisce il sindaco Giuseppe Canfora – per trovare una soluzione che assicuri la tranquillità di tutti».

Print article

Lascia una risposta

Compila tutti i campi obbligatori