Cicciolina: «Mi hanno pignorato il vitalizio». Il debito di 50mila euro e la “truffa” del condominio

Pubblicato 04/06/2018 in Persone, Società

«Truffata dall&rsquo-amministratore, mi hanno pignorato il vitalizio»: il racconto-disavventura di Ilona Staller, 67 anni, in arte Cicciolina, ha qualcosa di incredibile. Una truffa in piena regola, almeno stando a quel che racconta la ex pornostar, musa di Riccardo Schicchi e famosissima negli anni &rsquo-80 insieme a Moana Pozzi, fino ad arrivare in Parlamento nel 1987 con il Partito Radicale di Marco Pannella.

GUARDA Siffredi massacra Cicciolina: «Puzzava di latte di capra». La risposta al vetriolo della pornodiva

Proprio quell&rsquo-avventura in Parlamento diede a Cicciolina il diritto ad un vitalizio, che ora però le è stato pignorato: la donna avrebbe infatti un debito di 50mila euro con il condominio dove abita a Roma, sulla Cassia. Ilona sostiene però di aver versato ben 100mila euro al precedente amministratore, soldi che quest&rsquo-ultimo avrebbe intascato senza saldare il suo debito col condominio.

LEGGI ANCHE Barbara D’Urso, lite in diretta con il figlio di Ilona Staller: «L’educazione non è dare del lei»

Ieri Cicciolina si è recata, insieme al suo avvocato, in Procura a Roma per incontrare il procuratore capo Giuseppe Pignatone e denunciare l&rsquo-accaduto. È da maggio 2017 che, per il suddetto debito riguardante il condominio – un palazzo lussuoso sulla Cassia, con tanto di piscina – alla Staller viene pignorata una parte del suo vitalizio.

Print article

Lascia una risposta

Compila tutti i campi obbligatori